Ma che sabato maestro...

cantava una canzone che ritrovo nella memoria, ripensando alla cena di sabato a casa con Claudio ed Anna Lia e... in tavola… ossibuchi con i pinoli, un vero e proprio orgasmo gastrico!! Forse perché memore di infanzia e famiglia; la mia famiglia. Piccola ma unita : mamma, babbo e io, in pratica tre anime in un nocciolo… Erano gli ossibuchi che mamma faceva talvolta, su mia insistente richiesta, poiché di lunga preparazione.. E lei aveva sempre così poco tempo!! Ma quando mi accontentava..il profumo della cipolla sfumata inondava la casa già il sabato sera, quando con il sottofondo di Canzonissima, mia mamma si metteva per l'avanti a preparare le cipolle, il brodo vegetale e…La domenica mattina ancora quel profumo pungente e delicato insieme, l'acquolina in bocca già dalla colazione…e poi l'ora di pranzo e miracolo per le papille gustative. Graditissimi anche dai miei ospiti che hanno mangiato con gusto e curiosità una ricetta nostra, un pò persa come molte ricette di casa. Maria Stefania Bardi Tesi

Dillo ad un amico
Richiedi info

Indice post